LBA 2020-2021, i tre top e i tre flop della ottava giornata

L’MVP è Sergio Rodriguez dell’Olimpia Milano, il peggiore è Dario Hunt di Roma.

Sullo sfondo: Sergio "Chacho" Rodriguez, MVP della ottava giornata di campionato.

Si è (parzialmente) conclusa, al netto dei quattro rinvii, la ottava giornata del campionato di Serie A maschile di basket. Come ogni giorno-dopo che si rispetti è tempo di pagelle: chi sono i tre top e i tre flop della ottava giornata?

Serie A di basket, i tre top

SERGIO RODRIGUEZ (AX Olimpia Milano)

8 su 10 al tiro da 3. Basta questo per cristallizzare come al top di giornata Sergio Rodriguez. Le otto triple realizzate ieri eguagliano il record societario dell’Olimpia Milano realizzato fino ad ora da D’Antoni, Premier, Riva, Kleiza e James. Se Milano tiene Cantù nel primo tempo e scappa nel secondo lo deve anche alla grande serata del Chacho.

D’ANGELO HARRISON (Happycasa New Basket Brindisi)

Brindisi non si ferma più. Settima vittoria consecutiva e altra grandissima prestazione collettiva, la quale – come spesso accade – esalta il talento del singolo e – come spesso accade – regala ad Harrison punti su punti. 24 in quel di Sassari, con due triple da urlo da 8 metri unite a 5 rimbalzi e 4 assist.

KELVIN MARTIN (Virtus Roma)

Non è mai stato un fulmine di guerra in fatto di punti messi a referto, ma contro Brescia ne segna 19 in 34 minuti. Sicuramente non una prestazione da urlo, ma tra le poche partite giocate nell’ottava giornata la sua spicca per positività. Importantissimi i 10 rimbalzi catturati.

Serie A di basket, i tre flop

DARIO HUNT (Virtus Roma)

Puoi avere anche tutte le motivazioni valide di questo mondo, ma lasciare una squadra già in difficoltà il giorno della partita senza presentarti è da matita blu. Il flop di giornata è lui, senza se e senza ma. “Beato chi non si aspetta nulla, perché non sarà mai deluso” scriveva Alexander Pope. Ecco, da un professionista abbiamo il dovere di aspettarci di più. Siamo delusi, Dario.

EIMANTAS BENZDIUS (Banco di Sardegna Dinamo Sassari)

Fa crollare la sua media punti stagionale, fino all’altro ieri tra le migliori del campionato, con una prestazione molto negativa da 1 punto in 30 minuti, frutto di nessun canestro da 3 su 5 tentativi. Se Sassari resta sempre a rincorrere (invano) Brindisi lo deve anche alla giornata no di uno dei suoi cannonieri principali.

KENNY CHERY (Germani Basket Brescia)

Nella sconfitta casalinga di Brescia contro Trento c’è da segnalare la prova negativa di Chery. Il piccolo play non illumina ma il gioco, senza esaltare neanche se stesso: 5 punti in 29 minuti giocati, con il 20% da 3 e 4 assist.

Serie A di basket, classifica MVP di sport-lab.it

3Harrison (Brindisi)

2 – Scola (Varese)

1 – Willis (Brindisi), Logan (Treviso), Baldasso (Roma), Baldi Rossi (Reggiana), Spissu (Sassari), Hunt (Roma), Henry (Trieste), Teodosic (Virtus Bologna), Bramos (Venezia), J. Williams, Martin (Trento), Rodriguez (Milano)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial