Prime sensazioni dall’Olimpia Milano: sarà l’anno buono tra Italia ed Europa?

L’Olimpia lancia il guanto di sfida alla Virtus Bologna.

Gigi Datome, ala dell'Olimpia Milano [foto @OlimpiaMI1936]

Seppur questo nuovo formato della Supercoppa, in onore del cinquantenario della LBA, per molti allenatori venga considerato poco più che un puro torneo di pre campionato, l’Olimpia Milano ha dimostrato fin da subito di essere un paio di gradini sopra a tutte le altre formazioni.

Nelle prime tre uscite stagionali la formazione meneghina ha sempre superato lo scoglio dei 100 punti. Ne ha concessi al massimo 77 e mettendo in campo un mix di rabbia e talento indomabile. La mano di coach Ettore Messina, giunto al secondo anno alla guida del club biancorosso, si inizia a far sentire. Il coach è aiutato dalla tecnica e l’esperienza dei nuovi arrivi in casa Olimpia.

L’Olimpia sfida la Virtus Bologna

La voglia di tornare ad essere quell’Olimpia Milano che, tra gli anni settanta e ottanta, dimostro di non avere eguali in Italia e in Europa è tanta. Nonostante gli avversari incontrati fino ad oggi (due volte Cantù ed una volta Varese) siano ridimensionati in questa sessione di mercato e lottino per obiettivi totalmente diversi Andrea Cinciarini e compagni hanno dato prova della loro potenza. Sono risultati devastanti sia sotto canestro che dall’arco, tirando con quasi il 60% a partita.

Le ampie rotazioni, dovute ad un roster composto da quindici giocatori, permettono a coach Messina di correggere qualsiasi minimo errore o calo di concentrazione in corsa. Gli stessi giocatori sono sempre pronti a dare il massimo in ogni situazione, come dimostrato anche in queste tre uscite. In ogni modo il guanto di sfida alla Virtus Bologna è stato lanciato. Il primato sembra essere un discorso a due, con qualche inserimento.

Dopo la Supercoppa l’Olimpia volerà a Kaunas per partecipare al torneo di preparazione organizzato dall’Eurolega, potendosi confrontare con le sue avversarie europee. La sensazione, però, è che dopo anni di incertezze e brutte prestazioni continentali, la squadra di Giorgio Armani voglia riscoprirsi come regina indiscussa. Milano torna ad infuocare i parquet d’Italia e d’Europa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial