“Sarà difficile”. Le paure di Meneghin per la Nazionale del futuro

Le parole di Dino Meneghin sul futuro della Nazionale di basket, tra dubbi e consapevolezza del futuro.

Dino Meneghin (Vice-President) Photograph: Ross O'Donoghue/Basketball Ireland

Il futuro, in quanto tale, rimane sempre un’ipotesi. Un assioma che vale in particolare per la pallacanestro, dove tutto è in bilico tra nuove normative e speranze di ripartenza. Sul fronte della Nazionale arriva Dino Meneghin a parlare di gioco, di parquet e di aspettative.

Lo storico centro di Alano di Piave non nasconde i timori per il domani. Si confessa ai microfoni di Radio Rai 1. Lo fa nella trasmissione “Zona Cesarini”, con un messaggio di stima verso la crescita della Nazionale, ma anche di consapevolezza di un’altra faccia della medaglia. Dietro alla crescita del movimento azzurro si nasconde la corse delle altre compagini:

“La Nazionale è forte ma sarà difficile emergere. Le nazionali avversarie sono cresciute in numero e in forza”

Il discorso di Dino Meneghin ruota tutto intorno a una frase: “Sarà difficile”. Così comincia “A modo tuo”, il brano cantato da Elisa, scritto e replicato da Ligabue. Il connubio tra i due cantanti ha regalato un bel componimento, dove si auspica una bella crescita per un bambino appena nato.

Tuttavia, “sarà difficile”. I genitori ne sono consapevoli, così come lo è il gigante Meneghin. Oltre due metri di altezza conditi da tanto acume etico e tattico. Qualcosa si è mosso nella pallacanestro, ma lui è consapevole che i passi da fare devono essere come i suoi, lunghi come quelli di Gulliver.

Con l’arrivo di Davide Moretti all’Olimpia Milano qualcosa sembra muoversi, ma la crescita della nostra Nazionale corrisponde a uno sviluppo delle altre sfidanti, in particolare la Serbia e la Francia.

Inevitabile per Meneghin dire che “sarà difficile”. Uno che mastica parquet lo sa che la salita sarà tortuosa, spesso pieno di ostacoli. Molte nazionali sono più attrezzate di noi, sia a livello fisico che sotto l’aspetto tecnico. Nonostante tutto, ci sono spiragli per l’Italia della pallacanestro. Per questo “sarà difficile”, ma sicuramente non impossibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial