Tyler Herro, un eroe moderno che continua a farci credere nelle favole

Fin da bambini siamo abituati a sentire storie dove i personaggi più disperati si rivelano veri e propri eroi. Storie nelle quali persone comuni riescono a ribaltare la trama o salvare uno specifico personaggio in una specifica situazione. Questi racconti servono a farci capire che nulla è impossibile, che tutto si può realizzare se lo vogliamo veramente. Nella vita reale, però, non sempre le cose vanno come vorremmo andassero veramente, distaccandosi da quelle storie che tanto ci avevano fatto sognare da piccoli. Ma, come in ogni ambito, esistono delle eccezioni.  

Una di queste è sicuramente Tyler Herro, rookie classe 2000 dei Miami Heat. Scelto dalla franchigia della Florida alla tredicesima scelta, nessuno avrebbe mai immaginato che, ad un anno di distanza dal draft, si sarebbe parlato solo di lui. Preso come un’ottima sostituzione, il numero 14 ha sempre lavorato duro, guadagnandosi pian piano la fiducia di coach Erik Spoelstra. Durante i playoff, poi, il prodotto di Kentucky è letteralmente esploso, divenendo un pezzo fondamentale della squadra.

Se oggi gli Heat sono ad un passo dalle Finals Nba, che mancano a Miami dai tempi di James, Wade e Bosh, lo si deve anche a Herro. Nell’ultima partita giocata contro i Boston Celtic, Tyler ha battuto il record come rookie più giovane di sempre a segnare 37 punti tirando con più del 50% (lo ha fatto con poco meno del 70%!) dal campo. Record che, fino a mercoledì notte, apparteneva ad un certo Magic Johnson.

Ma, tralasciando le statistiche, Herro ad oggi appare un giocatore estremamente dinamico, rapido nelle decisioni, con un’ottima visione di gioco ed un tiro niente male. Nonostante i suoi appena vent’anni, sembra avere un’esperienza decennale alle spalle, prendendosi tiri decisivi, o comunque importanti, senza nessun timore. Non sapremo come finirà la serie tra Miami Heat e Boston Celtic, se la squadra di coach Spoelstra riuscirà a centrare l’ultima vittoria o se la franchigia del Massachusetts ribalterà il risultato. Una cosa è certa, queste finali di conference non saranno le ultime per Tyler Herro.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial