Italia, guarda che “piccole” grandi stelle per l’Europeo

L’Italia cresce, le nuove leve del calcio nostrano fanno ben sperare e lo dimostrano nell’amichevole contro l’Islanda

Italia vs Islanda, Coverciano, Giacinti in gol al 4', poi pareggio "scomodo" di Vilhjálmsdóttir - L Football

L’Italia cresce, seppur con qualche intoppo. Dopo l’amichevole contro l’Islanda la scorsa settimana a Coverciano, terminata 1-1 (gol lampo di Giacinti; Vilhjalmsdottir nel finale del primo tempo) non è tutto da buttare.

Anzi, il match è risultato stimolante, contro una squadra “molto forte e fisica, difficile da affrontare”. E Milena Bertolini, sapendo chi avrebbe incontrato (una delle migliori seconde qualificate alla fase finale degli Europei) ha colto l’occasione per lanciare le nuove “comparse” del movimento calcio italiano.

https://www.instagram.com/tv/CNnWclpF1YA/?utm_source=ig_web_copy_link

Un ricambio fisiologico doveroso, che rimarca la scia intrapresa lungo la programmazione a lungo termine della Nazionale. Eppure un mutamento normale, reso tale però dall’estrema bravura della c.t. Milena Bertolini, fiduciosa della crescita di queste nuove leve del calcio azzurro.

Una Giovine Italia dalle doti invidiabili, attente e rispettose nei confronti delle compagne più “mature”, sempre in attesa del loro magico momento. Indossare la maglia azzurra, ma soprattutto partecipare ad una competizione come Euro22 dal rango prestigioso contro rivali di alto rango.

Ecco allora alcune delle giovanissime capaci di splendere in un campionato sempre più competitivo come la Serie A. Piccole grandi gioie per Milena Bertolini e la sua Italia, in attesa dell’Europeo d’Inghilterra.

Arianna Caruso (Juventus, 22 anni)

https://www.instagram.com/p/CNmtzY6Bk2z/

Centrocampista o ala, classe ’99, ha tutte le carte in regola per vestire la maglia di titolare della Juventus e della Nazionale Italiana. A differenza di tante altre possiede una maturazione professionale non di poco conto e di questo Rita Guarino se n’è resa conto. Tanto da schierarla spesso e volentieri dal primo minuto e pure contro avversarie di un certo livello.

La sua fiorente età fa presupporre una crescita esponenziale, per questo Milena Bertolini l’aveva già convocata nello scorso raduno dell’Italia, per le sfide contro Israele e Georgia.

Alle volte pecca nell’analisi di una determinata situazione, forzando la giocata e perdendo palle sanguinose. Il tutto però a testa alta, talvolta in modalità “girevole”, per servire le compagne o lanciarsi spesso in avanti, tra inserimenti e tiri dalla distanza.

Annamaria Serturini (Roma, 22 anni)

https://www.instagram.com/p/CNnf9uYgEyX/

Una calciatrice fuori categoria. Esplosa al Pink Bari, arrivando a toccare quota 9 gol stagionali, oggi è titolare inamovibile della Roma e presenza costante in Nazionale, pure al Mondiale di Francia 2019.

Alla corte di Betty Bavagnoli è maturata definitivamente, arrivando a siglare ben 11 centri in 22 partite di campionato lo scorso anno. Addirittura quest’anno sta risultando ancor più determinante per la causa giallorossa, timbrando numeri sensazionali in un ruolo, quello di esterno d’attacco a sinistra, ben diverso dalla classica puntera.

Lucia Di Guglielmo (Empoli, 23 anni)

Che dire di Lucia Di Guglielmo? Capitana della Prima Squadra dell’Empoli a 23 anni, è un terzino destro di qualità, estremamente attento in fase di copertura, leader di spirito e di fatto del suo team. Non si tira mai indietro, nemmeno quando di fronte si ritrova le Big di campionato, come dimostrato contro la Juventus.

https://www.instagram.com/p/CLseZi2BO0E/

Una guerriera instancabile, tant’è che nel girone d’andata di Serie A attuale è stata premiata da Opta (azienda leader mondiale delle statistiche sportive) come migliore terzino destro. Un indice statistico parla per lei, ossia il numero delle conclusioni avversarie respinte.

Sono 10 in totale, e caso vuole che nessun terzino del campionato italiano abbia fatto meglio di lei. La Juventus di fatto sta monitorando la situazione contrattuale del difensore, molto probabilmente in rotta con il club toscano.

L’augurio più grande è che loro e tutte le altre “neonate” promettenti possano varcare insieme le porte del paradiso targate Euro 22. Anche se, come cita Francoise Segan, il privilegio della gioventù è pensare poco al futuro. Senza fasciarsi la testa ancor prima di una caduta, ma anzi per concentrarsi al meglio e a distanza di poco tempo dal più importante impegno di quella stagione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial