Atalanta, risplende il Palazzo di Vetro: è tornato Josip Ilicic!

Lo sloveno ha strapazzato il Benevento con una prestazione di classe assoluta

Josip Ilicic esulta dopo il goal al Benevento [foto @Atalanta_BC]

Al 28esimo di Benevento-Atalanta ho aperto il mio profilo Twitter per cinguettare qualcosa: “Sto guardando Benevento-Atalanta, siamo alla mezz’ora. Ilicic è totalmente immarcabile: quando è in forma è capace di fare cose straordinarie con una naturalezza incredibile”.

Mentre mi confrontavo con i 180 caratteri, lo sloveno di Bergamo prende palla sulla destra, puntando l’interno del campo col mancino e poi rispostandola rapidamente sul destro per poi tornare sul piede preferito e metterla con leggerezza sul primo palo. Goal e Atalanta in vantaggio. Perla di Josip Ilicic.

Non sono un profeta, ovviamente, ma solo uno che ha visto ciò che il 72 nerazzurro ha combinato nel primo terzo di partita e che ha semplicemente dedotto (con una buona dose di fortuna) ciò che sarebbe da lì a poco capitato.

Era chiaro sin dal fischio d’inizio che Ilicic avrebbe strapazzato il Benevento: un goal, tiro decisivo per il secondo vantaggio atalantino, assist per Duvan Zapata. Sono solo solo le statistiche evidenti di un referto che comprende anche giocate di classe assoluta, regalate al pubblico delle 15 del sabato pomeriggio con una facilità impressionante. Quando è in forma, non lo ferma nessuno, nonostante tutti conoscano le sue caratteristiche e le sue mosse.

Lo sloveno, tra l’altro, sta vivendo, dopo una prima parte di stagione, incolore, un periodo d’oro; gli capitò lo stesso l’anno scorso, quando tra dicembre e febbraio mise in fila una serie di prestazioni mostruose (compresi, in primis, i due ottavi di finale contro il Valencia in Champions League).

Il Palazzo di Vetro a 70 anni dall’inaugurazione

70 anni fa veniva inaugurato a New York il quartier generale delle Nazioni Unite. Il “Palazzo di vetro”, costruito su progetto dell’architetto Oscar Niemeyer anche grazie a una donazione di otto milioni e mezzo di dollari da parte del magnate John Rockefeller jr, oggi splende tra i grattacieli di Manhattan. Così come fa Josip Ilicic, il Palazzo di Vetro sloveno che, con i suoi 1,90 m di (apparente) fragilità fisica e, talvolta, mentale, riflette calcio e brilla al sole lucente tra gli altri giganti dell’Atalanta di Gasperini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial