Deutschland über alles: la Bundesliga ha l’okay per giocare a maggio

La cancelliera Angela Merkel ha predisposto la ripartenza della Bundesliga dalla metà di maggio, con controlli serrati sulla salute dei calciatori.

Deutschland über alles, per i tedeschi, è uno stile di vita costante, un motto da non dimenticare, da tener sempre vivo in ogni occasione. Le prime tre parole dell’inno non sono le prime per caso: la Germania al di sopra di tutto e, in questo caso, prima di tutti.

Come già affermato, rispecchiano totalmente la nazione e, oggi, ai tempi del coronavirus, il mondo ne ha avuto un’altra concreta testimonianza: la Bundesliga, infatti, ripartirà dalla metà di maggio e anche la coppa sarà terminata.

É questo il sunto delle parole della cancelliera Angela Merkel, la quale ha poi così proseguito: “Se il contagio risale, si torna alle restrizioni. Ritiro per i club? Decideranno le autorità sanitarie, l’importante è che si facciano regolarmente i test”. Affermazioni poi precisate da Markus Soeder, presidente della Baviera: “I giocatori devono attenersi alle regole, chi le infrange ne pagherà le conseguenze. Le regole valgono per tutti, anche per chi guadagna molto, molto, molto. Non si può fare autogol come è successo nei giorni scorsi a un calciatore dell’Hertha”.

Domani, in un’assemblea della federazione calcistica tedesca, sarà stilato il calendario: partenza possibile o nel weekend 15-17 maggio o in quello successivo; si dovrebbe riprendere dalla 26esima giornata, anche se era stata ventilata l’ipotesi di non ricominciare subito con il turno che era in programma, visto il pericoloso incrocio tra Borussia Dortmund e Schalke04: un derby molto sentito che potrebbe causare assembramenti di tifosi.

La Bundesliga riparte, l’Italia…

E in Italia? Oggi sono arrivate le dichiarazioni di Vincenzo Spadafora, ministro dello Sport, nel corso del question time alla Camera dei Deputati: “La mia linea (e quella del Governo) non è mai cambiata: auspichiamo tutti che i campionati possano riprendere regolarmente, ma a oggi è impossibile definire una data certa, prima di verificare come andrà la curva dei contagi nelle prossime due settimane. La Figc ha proposto un Protocollo per i suoi allenamenti, su cui il Comitato tecnico scientifico ha ritenuto di dover fare degli approfondimenti: l’audizione avverrà domani e speriamo possa servire a dare il via libera al Protocollo, considerando anche che il calcio non consente le distanze di sicurezza nè l’utilizzo dei dispositivi di protezione”. Si attende.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial