Europei U21, gli Azzurrini hanno fatto il loro dovere

L’Italia U21 si è qualificata ai quarti di finale dell’Europeo di categoria arrivando seconda nel proprio girone.

Abbraccio festante tra Gabbia e Cutrone dopo la doppietta del capitano [foto @Vivo_Azzurro]

Con la vittoria per 4-0 sulla Slovenia l’Italia U21 ha raggiunto la qualificazione ai quarti di finale degli Europei di categoria, i quali si disputeranno dal 31 maggio al 6 giugno sempre in terra ungherese e slovena. Un traguardo certamente importante per i nostri Azzurrini, ma che non va altrettanto sicuramente celebrato come straordinario; dopo l’approdo alla competizione, era di fatto doveroso superare il girone per giungere alla fase a eliminazione diretta.

Un girone accessibile

Finire dietro la Spagna ci può stare, vista la superiorità (non, comunque, così evidente) degli iberici sugli italiani, ma bisognava guardarsi bene da non mettersi i bastoni fra le ruote da soli perdendo punti contro le avversarie sulla carta più deboli.

Anche questa volta, però, – era accaduto già due anni fa con l’Europeo in casa nostra – l’Italia si è messa i bastoni fra le ruote da sola. Come? Pareggiando il match di apertura contro la Repubblica Ceca, a causa di un gioco eccessivamente rinunciatario nel secondo tempo che ha aperto al pareggio dei cechi, favorito anche dalla doppia espulsione combinata a Tonali e Marchizza. Nel secondo match, giocato contro lo Spagna, lo 0-0 è stato più che dignitoso, con Carnesecchi bravissimo nel finale a sventare il vantaggio delle Furie Rosse – già avanti di due uomini per i rossi a Scamacca e Rovella – con due super interventi nel finale. Tutto si è risolto all’ultimo appuntamento contro la Slovenia: 4-0 secco per gli Azzurrini, nettamente superiori agli avversari e, finalmente, famelici nel mostrare sul campo le proprie qualità anche senza tanti fra i titolari.

Gli uomini di Nicolato hanno mostrato a tratti un gioco interessante, con scambi veloci basati su una buonissima tecnica individuale ai quali si è aggiunta, solo saltuariamente però, la foga agonistica necessaria – e giusta, viste le cinque espulsioni totali in 3 partite – per far bene in questo tipo di competizioni.

Italia U21 al prossimo step

La ricompensa per chi adempie ad un dovere è la capacità di adempierne un altro.

George Eliot

Ciò che scriveva George Eliot, pseudonimo dell’ottocentesca scrittrice britannica pseudonimo di Mary Anne Evans coniugata Cross, si sposa perfettamente con la situazione dell’Italia U21. Qualificarsi agli Europei di categoria era l’obiettivo primario. Rggiungere la fase a eliminazione diretta il dovere attuale. Andare il più avanti possibile il prossimo step da compiere tra il 31 maggio e il 6 giugno. Portogallo (molto probabilmente), Croazia o Inghilterra che sia servirà un’Italia U21 vogliosa di mostrarsi al mondo in tutte le sue qualità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial