I 26 anni di Domenico Berardi, il fenomeno a intermittenza

Compie oggi 26 anni Domenico Berardi, talento italiano in forza al Sassuolo.

Domenico Berardi esulta dopo un goal: oggi spegne 26 candeline [foto @Bet365]

Scorrendo le dita tra le pagine dell’enciclopedia Treccani posta in bella vista nella mia libreria, mi soffermo oggi sulla definizione di intermittenza: “Condizione di ciò che è intermittente; discontinuità nella manifestazione di un determinato fenomeno, con sospensioni alternate a ripreseid’una luced’un suonodei fasci luminosi d’un faro“. Stop. E se sostituissi il suddetto vocabolo con il nome proprio “Domenico Berardi“?

Domenico Berardi: condizione di ciò che è intermittente; discontinuità nella manifestazione di un determinato fenomeno, con sospensioni alternate a riprese: id’una luced’un suonodei fasci luminosi d’un faro. Tutto combacia alla perfezione.

Domenico Berardi e la nuova continuità

D’altronde, è noto a tutti: il 25 del Sassuolo – che proprio oggi spegne 26 candeline – è l’intermittente per eccellenza. Trattasi di un fenomeno discontinuo, capace di alternare straordinarie prestazioni a deludenti periodi bui. Una luce e un faro per il gioco di Di Francesco prima e di De Zerbi poi, un suono melodioso che chi sa ascoltare la dolce musica del suo sinistro. Ripeto: sarebbe perfetto per la definizione della Treccani.

Eppure, il talento di Cariati, in questa stagione, ha mostrato strappi di una nuova continuità. Nel Sassuolo che ha stupito per mesi sognando incredibilmente l’Europa League, finendo nella parte sinistra della classifica, il 25 risalta per leadership, colpi e per attaccamento alla maglia. Il capitano veste la casacca neroverde da ormai dieci anni, comprese le giovanili, ed è sempre l’unico superstite dei tridenti offensivi che, nelle ultime stagione, hanno fatto volare il club del compianto Squinzi.

14 goal e 10 assist messi a segno in Serie A 2019-2020 per il suo record personale; media-goal parla di una rete ogni 172 minuti, ovvero per arrotondare un goal ogni due partite. Se il 25 neroverde dovesse continuare così, sulla Treccani il suo nome non sarà più associato a “intermittenza”, ma solo a “determinato fenomeno, luce, suono, faro”. Tanti auguri Domenico!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial