Il Milan vuole vincere, la Juve non può perdere: cosa succederebbe se…

“Non sarà una sfida decisiva”: falso in parte, vero in parte.

A sinistra Stefano Pioli, tecnico del Milan, con a destra Andrea Pirlo, allenatore della Juventus

È il giorno dell’Epifania, il giorno della Lotteria Italia, il giorno della Befana, il giorno del consueto turno del 6 gennaio di Serie A. E, più nello specifico, il giorno di Milan-Juventus. La storica sfida tra rossoneri e bianconeri torna ad essere di altissimo livello tecnico e con una posta in palio, dopo otto anni di dominio incontrastato torinese, che coinvolge anche i sorprendenti uomini di Pioli.

In partite del genere, nonostante la triste assenza di pubblico, non ci sono solo i tre punti in gioco. E, stavolta, non è solo un modo di dire: cosa succederebbe se vincesse il Milan? E se la Juve portasse a casa i tre punti?

Cosa succederebbe se il Milan…

Il Milan, capolista con 37 punti in 15 giornate, vuole vincere per mantenere la testa della classifica, respingendo i costanti attacchi dell’Inter (impegnata alle 15 a Genova contro la Sampdoria), e per crescere ancor di più in entusiasmo e autostima.

I rossoneri non perdono in Serie A da 27 partite, nonostante le tante assenze a cui Pioli ha dovuto e dovrà anche oggi affrontare nelle ultime settimane. Non ci sarà Ibrahimovic, così come Bennacer, Tonali e Saelemaekers, ma scenderà in campo tutta la fiducia di una squadra che sembra sempre trovare la chiave giusta per portare a casa il pane.

Farlo anche contro la Juventus, attualmente a -10 in classifica, vorrebbe dire candidarsi ufficialmente per lo Scudetto? A mio parere no. O meglio: non ancora. Sono del parere che si possa misurare la potenza di una squadra se, dopo una grande vittoria contro una grande squadra, non sbaglia la partita successiva. Certamente un “1” sulla ruota di San Siro sarebbe l’ennesima dimostrazione che questo Milan è finalmente tornato e che, sotto sotto, la candidatura per il Tricolore potrà presto essere abbracciata dai crismi dell’ufficialità.

E una colpa anche tu l’avrai

Ti hanno detto non si fa, ma sotto sotto vuoi

Nek

Sia il pareggio che la sconfitta, comunque, non sarebbero deleteri per i rossoneri. La squadra di Pioli viaggi a 1000 da mesi e ci starebbe un passo falso, mezzo o intero che sia, contro i ben più quotati Campioni d’Italia in carica. Ciò che si andrà a guardare sarà, in ogni caso, la prestazione.

Cosa succederebbe se la Juventus…

Costretta a vincere, invece, è la Juventus. I bianconeri, infatti, si trovano a -10 dal Milan e a -9 dall’Inter con una partita in meno e perdere oggi vorrebbe dire, a meno di clamorosi crolli dei nerazzurri di Conte, dire addio ai sogni Scudetto. La vittoria contro il Diavolo capolista darebbe agli uomini di Pirlo nuova vecchia consapevolezza: la Juventus ha la qualità e la quantità per rientrare nella lotta Scudetto, ma, di fatto, non può più sbagliare.

“La classifica – ha ammesso il tecnico bianconero in conferenzarispecchia i valori del campionato. Ora il Milan è quella che ha fatto meglio, quindi meritatamente sono li in testa. Noi dobbiamo giocare partita dopo partita per risalire guardando solo noi stessi. In base a quello che faremo ad Aprile valuteremo la nostra classifica e dove saremo.”

7gh

Dopo il Milan, d’altronde, arriveranno Sassuolo e Inter, senza dimenticare il sempre difficile recupero contro il Napoli. Non si possono commettere errori. Il pareggio potrebbe essere un buon risultato, considerando il periodo di forma del Milan e le difficoltà con cui i bianconeri sono arrivati a San Siro (casi di covid di Alex Sandro e Cuadrado e l’infortunio di Morata): un punticino – per dirla alla Dante – senza infamia e senza lode.

Una sfida decisiva a metà

Ma cosa succederebbe se…? Sia Pioli che Pirlo, presentando la gara in conferenza stampa, hanno affermato che non sarà una sfida decisiva. Falso in parte e si è già spiegato il motivo. Vero in parte perché, in fondo, siamo solo al 6 gennaio: è il giorno dell’Epifania, il giorno della Lotteria Italia, il giorno della Befana, il giorno del consueto turno del di Serie A. Ed è il giorno di Milan-Juventus.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial