Il saluto di Preziosi al Genoa: “Per me è il momento di lasciare”

Dopo la sofferta salvezza del Genoa il patron del Grifone annuncia l’addio.

Dal profilo Twitter di Carlo Dellacasa

Il Genoa si aggrappa alla zattera di salvataggio, vince 3-0 sul Verona e rimane nella massima serie. Esattamente come l’anno scorso il Grifone ottiene la salvezza all’ultima giornata. Risultato raggiunto, dunque, ma il numero uno dei rossoblu Enrico Preziosi ha confessato ai microfoni di “Radio anch’io sport” di non essere totalmente soddisfatto dell’anno appena passato.

Il presidente ha annunciato di lasciare la guida del club dopo 35 anni di presidenza. Una decisione che era nell’aria, ma che è stata confermata questa mattina proprio da Preziosi:

“Forse è arrivato il momento di staccarmi da questo mondo dopo 35 anni, lasciando ad altri la possibilità di fare meglio – ha spiegato il presidente -. Il club è in vendita da tre anni, lo sanno tutti, ma oggi il problema è un altro: vorrei staccarmi dalle responsabilità di gestione, parliamo di una società importante che mi impegna tutti i giorni e devo pensare anche alle tante famiglie che lavorano nel nostro gruppo. Il calcio mi porta via tempo e mi dà dispiaceri”

Le dichiarazioni del patron dei rossoblu arrivano dopo una salvezza sofferta, ottenuta in particolare grazie alla vittoria sul Verona del genero Miguel Veloso, ma anche grazie ai successi contro lo stesso Lecce di Fabio Liverani e alla vittoria nel derby della Lanterna contro i cugini della Sampdoria.

Il Grifone, che nel ventinovesimo canto del Purgatorio di Dante procede fiero ad ali spiegate, ora deve spiccare il volo da solo. Ci sarà probabilmente un’altra guida a fianco del Genoa, che ora navigherà in acque sconosciute da tre decadi e un lustro.

Bisognerà vedere se Davide Nicola sarà ancora seduto su quella panchina, così come se Mimmo Criscito e gli altri resteranno al Ferraris. Senza Preziosi a timone tutto diventa un’ipotesi, ma potrebbe essere sia una liberazione che un dietrofront. Il responso, come sempre, spetta al campo e agli investimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial