Serie A, i tre top e i tre flop della nona giornata

L’MVP è Lorenzo Insigne del Napoli, il peggiore è Vlad Chiriches del Sassuolo.

Sullo sfondo: Lorenzo Insigne, MVP della nona giornata di campionato.

Si è conclusa ieri, con i due Monday Night e prima dei nuovi impegni europei, la nona giornata di Serie A. Il Milan si conferma primo in classifica battendo 2 a 0 la Fiorentina a San Siro, aumentando a +5 il suo vantaggio su Sassuolo e Inter (scontratesi con lo 0-3 per i nerazzurri) e a +6 su Juventus (1-1 a Benevento), Napoli e Roma (scontratesi con il 4-0 per i partenopei); brutte sconfitte per Lazio (1-3 contro l’Udinese) e Atalanta (0-2 col Verona). Chi sono stati, dunque, i tre top e i tre flop del nono turno di campionato?

Serie A, i tre top

LORENZO INSIGNE (Napoli)

Il big match del “San Paolo”, reso ancor più emozionante dal sentitissimo ricordo di Diego Armando Maradona, viene deciso dalle giocate degli scugnizzi napoletani; il figlio di Napoli “originale” ne è, dunque, capitano e testimone di una partita che rimarrà nella storia. Per Insigne una punizione sontuosa e un assist per Fabian Ruiz nel rotondo 4 a 0 alla Roma.

GERVINHO (Parma)

Dopo la doppietta a San Siro contro l’Inter si ripete in trasferta in quel di Marassi. Altra grandissima prestazione (anche sotto porta) dell’attaccante ivoriano, che consente al suo Parma di strappare i tre punti ad un rivale per la salvezza come il Genoa.

MATTIA ZACCAGNI (Hellas Verona)

È il testimonial perfetto della squadra di Juric: corsa, voglia, giovane età e tecnica. Nella bellissima vittoria degli scaligeri a Bergamo c’è tutto il repertorio di Zaccagni: difesa ossessiva e prontezza offensiva, con un goal tecnicamente davvero di alto livello.

Serie A, i tre flop

VLAD CHIRICHES (Sassuolo)

In 43 minuti giocati regala il vantaggio all’Inter con un errore in fase di impostazione, il raddoppio ai nerazzurri con un autogoal e si “concede” anche un infortunio. Partita horror del difensore rumeno, così come quella di tutto il Sassuolo.

ANTONIO MIRANTE (Roma)

Nel 4 a 0 subito dal Napoli pesano tanto gli errori di Mirante, colpevole, in maniera più o meno voluminosa, in almeno due dei quattro goal partenopei. Oggi tra i flop, ma resta, fino ad ora, una grandissima stagione per il classe 1983 della Roma.

MOMO FARES (Lazio)

Nella Lazio che crolla all’Olimpico sotto i colpi di una falcidiata Udinese sono in tanti a giocare al di sotto dell’insufficienza, ma la scelta per i nostri flop ricade su Fares: timido e impacciato, poca voglia e nessun guizzo. Sintesi perfetta della partita dei biancocelesti.

La classifica MVP di sport-lab.it

– Ibrahimovic (Milan)

2 – Mkhitaryan (Roma)

– Lozano (Napoli), Osimehn (Napoli), Belotti (Torino), Caputo (Sassuolo), Cristiano Ronaldo (Juventus), M. Lopez (Sassuolo), Nzola (Spezia), Caicedo (Lazio), Lukaku (Inter), Mertens (Napoli), Gervinho (Parma), Insigne (Napoli), Zaccagni (Hellas Verona)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial