Una pezza di Lukaku: senza Romelu l’Inter è perduta

Ci vuole l’attaccante belga per ripianare i limiti tattici, fisici e mentali.

Foto dal profilo Twitter dell'Inter (@Inter)

Il programma Vittoria in scioltezza all’esordio in Champions League con San Siro vuoto che, nonostante l’assenza di Hakimi, porterà l’Inter ai primi tre punti nel girone contro una squadra tedesca dal nome impronunciabile che così già si stacca il Real Madrid in classifica” con Antonio Conte e Christian Eriksen per problemi tecnici non andrà in onda. Al suo posto, “Una pezza di Lukaku”.

In questi giorni sta spopolando “Una pezza di Lundini”, programma di Rai2 in cui Valerio Lundini, comico emergente nel panorama italiano con movenze e tempi comici simili a quelli di Nino Frassica, sostituisce un programma che sarebbe dovuto andare in onda. Ci mette una pezza, insomma.

Romelu Lukaku, ieri sera, ha fatto la stessa cosa. Ha siglato il gol del vantaggio, ha visto la sua Inter capicollare sotto i colpi del Moenchengladbach (non l’ho cercato sui motori di ricerca, giuro) e poi l’ha afferrata all’ultimo dall’affogare in casa.

Lukaku salvatore del popolo interista

Lukaku mette una pezza anche sugli errori di posizionamento della difesa dell’Inter. Sul secondo gol del Borussia, siglato da Jonas Hoffmann, la difesa dell’Inter sembra un quadro di Joan Mirò: una linea astratta. Antonio Conte, invece, si conferma allenatore integralista, come le cozze reclamate da Rocco Papaleo in “Che bella giornata”. Non cambia modulo neanche sotto accusa. Fa bene o fa male, dipenderà dai risultati.

Ieri per l’Inter non è stata né una bella giornata, partita male con la positività di Achraf Hakimi, né una bella serata. Difetti di elasticità modulare, gambe tremolanti e carichi sulle gambe, forse troppi. Chissà se nei piani di Conte c’è un progetto atletico a lungo termine. Nel frattempo, primo occhio del ciclone.

Senza Romelu Lukaku, gigante saggio, l’Inter avrebbe annaspato nel fango. Oggi le prime pagine sarebbero state feroci, invece il belga le ha attenuate. Quando si tratta di metterci una pezza Lukaku c’è sempre, anche quando il programma che era previsto non può più andare in onda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial