Le pagelle al Giro d’Italia 2020: Tao, Ganna e la Ineos da 10, Nibali senza guizzi

Tao Gheoghegan Hart, Filippo Ganna e il Team Ineos Grenadiers dominano.

Il Team Ineos Grenadiers festeggia: la squadra britannica ha dominato il Giro 103 [foto @giroditalia]

Si è conclusa l’edizione numero 103 del Giro d’Italia. A trionfare è stato Tao Geoghegan Hart del Team Ineos Grenadiers, accompagnato sul podio dal duo del team Sunweb Hindley-Kelderman. Maglia bianca allo stesso britannico, maglia ciclamino a Demare della Groupama-FDJ e maglia azzurra a Guerreiro dell’Education First. Al di là dei vincitori e dei vinti, scopriamo ora le pagelle di sport-lab.it al Giro d’Italia 2020.

FILIPPO GANNA – 10 e lode

Da Campione del Mondo della specialità vince tutte e tre le cronometro e questo già basterebbe per regalargli il 10. Pippo, però, fa anche di più: tra le sue gesta si ricordano la vittoria superba sulle salite della Sila e il lavoro di squadra per Geoghegan Hart. L’Italia ha un fenomeno: ce lo invidiano e ce lo invidieranno tutti.

TAO GEOGHEGAN HART – 10

E non poteva essere diversamente. Comincia da gregario di Thomas, poi si reinventa capitano, recuperando e vincendo sulle grandi salite e con la cronometro finale. Due vittorie di tappa e, sopratutto, il Trofeo Senza Fine portato a casa con pieno merito suo e del Team Ineos Grenadiers, al quale va un altro 10 pienissimo. Il Giro d’Italia 2020 incorona un nuovo campione.

ARNAUD DÈMARE – 9,5

Quattro vittorie di tappa con uno strapotere sulle volate raramente visto al Giro. Fa lavorare ottimamente la sua squadra e si concede perfino il lusso di andare in fuga nell’ultima tappa in linea in modo da conquistare aritmeticamente la maglia ciclamino. Chapeau, per dirla alla francese.

JAI HINDLEY – 9,5

Con il Trofeo Senza Fine in braccio sarebbe stato un 10 senza obiezioni. Invece, per il giovane australiano del Team Sunweb, ci dobbiamo per così dire fermare al 9,5. Giro superbo anche per lui, con un secondo posto meritato e cercato. E chissà se avesse corso per vincere dall’inizio…

JOAO ALMEIDA – 8,5

Una delle più grandi sorprese di questo Giro d’Italia. Nelle prime due settimane è uno dei pochi a regalare spettacolo, nonostante indossi la maglia rosa e potrebbe anche permettersi di correre in maniera più difensiva: ad un classe 1998, però, possiamo perdonare qualche errore di gioventù. Per il resto, 15 giorni in rosa e la sensazione di aver scoperto una stella. Il 9 non arriva per il podio mancato.

WILKO KELDERMAN – 8

Giunge finalmente a podio in un Grande Giro, nonostante non fosse assolutamente considerato tra i favoriti della vigilia. Per lunghi tratti della Corsa Rosa è lui il favorito numero 1, ma si fa sfuggire la maglia Rosa nelle battute finali a causa di una condizione e di un talento che, come negli anni passati, non lo può portare oltre un certo livello. Voto peggiorata dalla figuraccia in rosa dell’ammutinamento.

ROHAN DENNIS – 8

Prima parte di Giro anonima, ultima settimana stratosferica. Dennis mette a tacere le voci che lo volevano come uomo-non-squadra fornendo delle prove straordinarie sia a livello personale che collettivo. Tao deve ringraziare l’esperto australiano per la vittoria finale, grazie in primis al lavoro sullo Stelvio e sul Sestriere.

PELLO BILBAO – 8

Il voto non può essere superiore all’8 perché non lascia grosse tracce nelle statistiche, ma per uno che campione non è mai stato e che veniva dal Tour (dove ha fatto il gregario di Landa) il quinto posto finale è un grandissimo risultato. Bella soddisfazione dopo le due tappe vinte due anni fa.

VINCENZO NIBALI – 5

Precisazione: da questo voto sono esenti affetto, ammirazione, apprezzamenti per il. campione straordinario che è stato e che continua ad essere, nonostante i risultati non siano più quelli di un tempo. Gli altri vanno più forti di lui (ed è bravissimo nell’ammetterlo), ma il voto è insufficiente perché, in tre settimane, non abbiamo visto neanche un guizzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial