Ferrari1000, comincia il weekend del Mugello: le iniziative celebrative del Cavallino

Sul circuito del Mugello la Ferrari festeggerà i 1000 Gran Premi corsi in Formula1.

La monoposto di Leclerc è arrivata al Mugello [foto @ScuderiaFerrari]

Comincia oggi, con le prime prove libere, l’attesissimo weekend del Mugello. Sul circuito di casa, infatti, la Ferrari festeggerà i 1000 Gran Premi corsi in Formula1 e, per omaggiare questo straordinario traguardo, i vertici di Maranello hanno deciso di modificare la livrea delle due Rosse e di dare vite a diverse iniziative celebrative.

Anzi, ci correggiamo subito. Niente più rosso opaco, ma amaranto, tonalità uguale a quella utilizzata dalle 125 F1, le prime vetture di Formula 1 della Scuderia Ferrari scelte in pista il 21 maggio 1950 in occasione del GP di Monaco e guidate da Ascari, Villoresi e Sommer. Da quella data sono passati 70 anni e la Ferrari, tra meravigliosi trionfi e cocenti delusioni, c’è sempre stata. Con la sua storia e la sua gloria. Una storia, in questo caso, infinita, come cantava Jim Morrison e destinata ancora a grandi successi.

Come riporta il sito ufficiale della Ferrari, alla livrea color Borgogna (questa la sua denominazione ufficiale) si aggiungeranno altre iniziative nel corso del weekend. Charles Leclerc e Sebastian Vettel avranno anche tute da gara speciali per questa gara unica e in questo periodo di Covid-19. Sarà permesso, inoltre, l’ingresso di un numero limitato di tifosi – 2880 – sarà consentito nelle tribune da venerdì in poi, tutti socialmente distanziati, in segno di fiducia e ripartenza.

Ferrari1000, le altre iniziative celebrative

I festeggiamenti si estenderanno nella vicina Firenze con un evento nel cuore della città sabato sera. Poi domenica, prima dell’inizio della gara, scenderà in pista Mick Schumacher, talento della Ferrari Driver Academy (FDA) al volante di una F2004 che suo padre Michael ha guidato nell’ultimo anno di vittorie in campionato: un doveroso tributo ai più grandi della Scuderia, all’auto di successo e al suo pilota incomparabile.

“Il 1000esimo Gran Premio della Scuderia Ferrari – afferma Piero Ferrari, Chairman di Maranello – è un traguardo molto importante, quindi doveva essere segnato in modo speciale. Ecco perché abbiamo deciso di far correre una livrea unica sulle vetture per questo evento, con le SF1000 che scendono in pista all’Autodromo del Mugello nel colore Borgogna viste per la prima volta sulla 125 S, la prima auto da corsa a portare il nome Ferrari. Anche l’aspetto dei numeri di gara sulle vetture di Charles e Sebastian rifletterà la tradizione del passato, dando l’impressione di essere dipinti a mano sulla carrozzeria, mentre anche le tute da gara dei piloti saranno abbinate al colore dell’auto. È un omaggio alle nostre origini: al nostro punto di partenza per la straordinaria storia della Ferrari, caratterizzata da una voglia infinita di competere, accanto alla volontà di costruire vetture stradali eccezionali per tecnologia e design.

La Ferrari è unica al mondo, perché l’azienda ha l’anima di una casa automobilistica e di una scuderia, un legame inscindibile che non viene mai messo in discussione. Solo pochi mesi fa nessuno avrebbe immaginato che la nostra millesima gara potesse svolgersi sul nostro circuito del Mugello. Sono lieto che nel nome ufficiale del Gran Premio, la Formula 1 abbia scelto di rendere omaggio alla Ferrari, l’unica squadra che è sempre stata presente nei settantuno anni di storia di questo sport “.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial