Formula1, le pagelle del GP di Ungheria: Hamilton martello, Ferrari doppiate

Le pagelle del GP di Ungheria, terzo appuntamento del Mondiale 2020 di Formula 1

La partenza del GP di Ungheria di Formula 1 [foto @F1]

Si chiude come previsto il terzo appuntamento del Mondiale 2020 di Formula1: all’Hungaroring stra-vince Hamilton su Mercedes, davanti ad un super Verstappen su Red Bull tallonato dall’altra Freccia Nera di Bottas. Ancora male le Ferrari, con Vettel sesto (partito quinto) e Leclerc undicesimo. Le pagelle del GP di Ungheria, dunque, assomigliano tanto a quelle del GP di Stiria di domenica scorsa.

Le pagelle del GP di Ungheria

HAMILTON – 10

Domina, domina e basta. Eguaglia Schumacher vincendo per l’ottava volta in un singolo circuito. Non servono altre parole se non “martello” e un 10 pieno.

VERSTAPPEN – 9

Parte male, riparte benissimo. Nel giro di formazione (quello per sistemarsi sulla griglia a un’ora dalla partenza) va a sbattere mettendo in crisi i suoi meccanici, ma poi mette in mostra una gara di muscoli e lucidità. Bravo a tener dietro Bottas nel finale.

STROLL – 8

Molto bene con questa Racing Point che, di fatto, è la Mercedes 2019. Un quarto posto meritato e voluto, con una bella sberla in allegato al più sponsorizzato compagno di squadra.

BOTTAS – 6

Ottima qualifica (battuto solo da Hamilton) e gara leggermente compromessa da una brutta partenza; poi si rifà, ma rimonta arrivando terzo appena dietro Verstappen: potrebbe fare di più e si prende (solo) la sufficienza.

ALBON – 6

Male in qualifica, meglio in gara. Arriva quinto ed è un buonissimo risultato considerando le premesse, ma questo ragazzo appare a corto di personalità e, sopratutto, sempre troppo distante dal compagno di box.

VETTEL – 5,5

Il quinto posto sarebbe valso la sufficienza, non presa per colpa di un bloccaggio nel finale. Ci dispiace, probabilmente meriterebbe di più vista la macchina che porta al traguardo, ma, ricordiamoci: guida una Ferrari e il sesto posto è un risultato da buttare.

LECLERC – 5

Parte bene, poi si calma dopo la prima curva per evitare i problemi della Stiria. Una gara di rincorsa nella quale non corre, ma per colpe non sue: la Ferrari gli sbaglia le gomme al primo pit stop e la sua gara viene compromessa. Stesso discorso per Vettel: il pilota, qui, centra poco, ma l’undicesimo posto su Ferrari non può valere più di un 5.

FERRARI – 4

Male anche oggi, anche quando sembrava che le cose stessero andando un po’ meglio. Male anche oggi con la strategia del muretto, anche quando le differenza in pista si potrebbero allineare con le scelte ai box. Devo anche aggiungere che non si è riusciti a star davanti alla Haas? Devo anche aggiungere che le Rosse sono state doppiate?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial