Pagelle GP di Francia: Hamilton si arrende a Verstappen. Male le Ferrari

Vittoria Verstappen in Francia che allunga su Hamilton. Deludono Bottas e le Ferrari

Il sorpasso di Verstappen su Hamilton a due giri dalla fine del GP di Francia [foto @f1]

Si è appena concluso il settimo appuntamento del mondiale di F1 sul circuito Paul Ricard, GP di Le Castellet. Gara divertente e mai noiosa che ha lasciato spazio a colpi di scena fino agli ultimi giri. Vince un solidissimo Max Verstappen che dopo aver perso la leadership della gara al primo giro la ritrova con un soprasso su Lewis Hamilton a pochi chilometri dal traguardo. Conclude il podio un sempre più convincente Sergio Perez.

Delude invece Bottas che nel momento decisivo non riesce a tenere dietro l’olandese per favorire la vittoria del suo compagno di squadra. Ottime le McLaren di Norris e Ricciardo rispettivamente 5o e 6o. Ma la nota decisamente più negativa che ci arriva dal circuito francese sono le Ferrari: difficoltà estrema in gara soprattutto nella gestione delle gomme. Né Charles né Carlos riescono a conquistare punti e la Rossa perde la 3a posizione in classifica costruttori a vantaggio della McLaren.

Le Pagelle del GP di Francia

VERSTAPPEN-9.5

Il talento dell’olandese è un dato di fatto ma oggi Max ci ha confermato di avere il fuoco dentro. Parte in pole position ma perde la testa della gara per un suo errore in curva 1. Poi tira fuori la tigre interiore. La Mercedes prova l’undercut con Bottas ma l’olandese fa l’impossibile: non solo non perde la posizione sul finlandese ma la guadagna su Lewis. Oggi si riprende quello che gli aveva tolto Baku. L’olandese fa sul serio.

HAMILTON-9

Dopo l’errore quasi da rookie di Baku arriva un altro duro colpo a Lewis. Ieri una buona seconda posizione dietro una Red Bull che ne aveva di più. Oggi una bella partenza con cui guadagna già dal primo giro la testa della gara. Perde contro una Red Bull che indovina la strategia fermando due volte Max e permettendo a quest’ultimo di rimontare fino al gradino più alto del podio. Lotta sempre più serrata per il titolo.

PEREZ-7.5

Migliora sempre di più il messicano al volante della Red Bull. Ottimo scuderio a differenza di Bottas. Cede la posizione a Max quando deve e silura il finlandese nel finale conquistando il gradino più basso del podio. Sembra aver imboccato la strada giusta.

BOTTAS-5

Era difficile fare peggio del GP di Baku ma in un certo senso ci è riuscito. Ovviamente non per il piazzamento finale ma per la gestione degli avversari. Abbiamo capito che il suo ruolo è quello dello scuderio ma ormai sembra non essere in grado di fare neanche quello. Quando Lewis aveva bisogno di aiuto nel tenere Max dietro per qualche giro il finlandese va in confusione, sbaglia e regala la vittoria alla Red Bull.

NORRIS-8

Sembrava in difficoltà l’inglesino ma forse stava tenendo solo un basso profilo. Conclude con un’ottima 5a posizione davanti anche al suo compagno di squadra che oggi sembrava veramente ispirato.

RICCIARDO-8

Indemoniato oggi il pilota australiano. Sembra essersi stufato di prendere schiaffi a destra e a sinistra dai diretti rivali. Oggi tira fuori forse la miglior prestazione di quest’anno arrivando 6o. Peccato perché sembrava poter stare davanti a Norris.

GASLY-7.5

Il francese cresce gara dopo gara. Forse la bocciatura della Red Bull è stata troppo frettolosa. Pilota concreto, veloce e pulito. Fa il suo e non è poco, chiude 7o.

ALONSO-7.5

Gara positiva per il campione spagnolo protagonista di bei duelli in pista per la zona punti. Tira fuori il massimo dalla sua Alpine che sul circuito di casa non ha sfigurato.

VETTEL-7

Ancora una buona prestazione per il pilota tedesco. Così come con il compagno di squadra il team lo tiene fuori più di tutti e gli permette di arrivare alle fasi conclusive della gara con una gomma più nuova. Conclude 9o.

STROLL-7

Ieri fuori dal Q3 per la bandiera rossa causata dall’incidente di Mick. Oggi parte in fondo alla griglia e deve inventarsi qualcosa di diverso. L’Aston Martin, partita in difficoltà in questa stagione, ci ha abituato a diversificare la strategia. Resta fuori più degli altri allungando il suo primo stint. Questo gli permette di guadagnare posizioni preziose che gli consentono di ottenere un buon punto.

SAINZ-5

Ieri ottima qualifica per lo spagnolo , la migliore da quando veste di rosso. Parte dalla 5a posizione in griglia ma tutti i limiti della vettura, soprattutto nella gestione delle gomme, non tardano a mostrarsi. Fa comunque meglio di Charles per tutto il week-end ma non riesce ad arrivare neanche a punti. Anche lui non sufficiente

RUSSELL-7.5

Fa sempre il massimo: arriva 12o con una Williams. Lo ripeterò fino allo sfinimento: date una Mercedes a questo ragazzo!

TSUNODA-5

Lo stiamo imparando a conoscere il giapponesino dall’animo caldo dell’AlphaTauri. Alterna buone prestazioni, come quella a Baku di due settimane fa, a week end da dimenticare. Ancora troppi errori come quello di ieri in qualifica che lo ha costretto a prendere il via dalla pit-lane. Inutile dire che non arrivare a punti quando il tuo compagno di squadra è lì non è sufficiente.

GIOVINAZZI-6

GP difficile per l’Alfa Romeo. Non ci si aspettava un risultato migliore, non va a punti ma comunque meglio di Kimi. In ogni caso bella qualifica ieri.

LECLERC-4.5

Il GP del Paul Ricard non è un circuito adatto alla Rossa ma a giudicare dalla gara non è piaciuto neanche a Charles. Difficoltà per tutto il week-end. Così come il suo compagno soffre molto il degrado delle gomme. Prova a fermarsi per primo al 14o giro ma anche con le hard il risultato è sempre lo stesso. Fa male vedere un pilota come lui impotente di fronte agli attacchi degli avversari. Un 16o posto da dimenticare.

RAIKKONEN-5.5

Vale lo stesso discorso fatto per Antonio: non si poteva sperare che l’Alfa andasse forte al Paul Ricard. Insufficienza solo perché è dietro al suo compagno di squadra.

SCHUMACHER-6

Per la prima volta in carriera riesce ad entrare in Q2 salvo poi mettere la macchina a muro. Peccato per il figlio d’arte che sembrava poter tirar fuori qualcosa in più del solito da questo GP. In ogni caso conclude sempre davanti a Mazepin.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial