Pagelle GP di Stiria: Verstappen domina, Ferrari prestazione ok

Trionfo Verstappen in Stiria. Re Lewis ancora secondo con Bottas che chiude sul gradino più basso del podio.

Verstappen ha dominato sin dalla prima curva del GP di Stiria [foto @f1]

Si è concluso il GP di Stiria in terra d’Austria. Dopo il successo di ieri sera degli Azzurri la squadra di casa, la Red Bull, si rifà con la vittoria del leader del campionato Verstappen. Un indomito Max che oggi ha distrutto la concorrenza di Re Lewis. Terzo Bottas e quarto Perez messi in ombra dai rispettivi compagni di squadra.

Sorpresa a cui ormai siamo abituati è stata la grande prestazione dell’inglesino della McLaren Lando Norris che arriva 5o vincendo così la gara degli altri. Tutto sommato una buona prestazione delle Ferrari che concludono in 6a e 7a posizione dopo aver sofferto nelle qualifiche del sabato. Peccato per i ritiri di Gasly e Russell che avrebbero meritato di arrivare entrambi a punti nel GP odierno.

Le Pagelle del GP di Stiria

VERSTAPPEN-10

Che dire oggi sull’olandese volante? Semplicemente perfetto. Ha annichilito Hamilton in qualifica e in gara martellando il cronometro con tempi da capogiro. Vittoria e leadership del campionato strameritate.

HAMILTON-7

Ci sta provando “King Lewis” a ritrovare lo smalto e la lucidità del campione ma sembra un po’ intontito e sorpreso dal connubio vincente Red Bull-Verstappen. Non ha commesso errori oggi ma non è abbastanza: quando arrivi secondo e senza lottare con il tuo diretto avversario per un 7 volte campione del mondo è un fallimento.

BOTTAS-6.5

Sempre un po’ sotto tono il finlandese della Mercedes. Sembra ormai aver abbandonato ogni voglia di primeggiare ed entusiasmare. Fa il suo dovere ma niente di più.

PEREZ-6.5

Fa una buona gara Checo che come già detto sta prendendo sempre più confidenza con la vettura austriaca. Se la gioca anche con Bottas ma non riesce a superarlo, unica pecca di oggi. Certo lì davanti il suo compagno gli rifila un bel distacco.

NORRIS-8.5

Uno dei week-end migliori per il fenomeno della McLaren. Non è più una novità una sua bella prestazione ma ogni volta riesce a riconfermarsi e questo significa molto. Ieri il migliore dei mortali in qualifica con il suo quarto posto diventato 3o per la penalizzazione di Bottas. Oggi si deve inchinare solo davanti alle Mercedes e alle Red Bull. Grande Lando.

SAINZ-7.5

Ottima prova quella del ferrarista che veniva da un sabato di qualifiche non certo soddisfacente. Neanche in Q3 ieri, oggi ribalta il pronostico arrivando persino a mettere pressione a Norris per la 5a posizione. Peccato per non essere riuscito a ingaggiare un duello con l’inglese della Mclaren per pochi secondi di distacco. Bravo Carlos.

LECLERC-8

Sfortunato nel contatto al via con Gasly che lo ha costretto a fermarsi al primo giro e a virare sulla strategia a due soste. Da quel momento in poi è senza dubbio il pilota che ci fa divertire di più in questa domenica austriaca. Autore di una rimonta che lo porta fino al 7o posto dietro al compagno Sainz si esalta nei duelli in pista: belli e rischiosi i sorpassi su Raikkonen, Tsunoda e Alonso. Non esalta la posizione esalta la prestazione.

STROLL-6.5

Buona prova tutto sommato per il canadese che partendo dalla 9a posizione in griglia arriva 8o alla bandiera ascacchi. Sicuramente meglio di Sebastian.

ALONSO-6.5

Una buona gara quella del campione spagnolo che sicuramente non guidava la macchina più in forma (ne sa qualcosa Esteban Ocon e la sua 14a posizione) ma fa il massimo in suo potere. Porta a casa due buoni punti per la Alpine.

TSUNODA-7

Finalmente una prestazione convincente del giapponesino in bianco. Ieri ottima qualifica conclusa in 8a posizione a conferma del valore che oggi aveva questa vettura. Finisce la gara in 10a posizione guadagnando un punto. Non esattamente un trionfo ma sicuramente una buona progressione per lui. Continua così Yuki.

RAIKKONEN-7

Ci prova con tutto se stesso Kimi ad arrivare a punti ma non ci riesce per soli 2.5 secondi di ritardo da Tsunoda. Considerando che partiva in fondo alla griglia (18o) è comunque un buon risultato.

VETTEL-5.5

Gara anonima per il quattro volte campione del mondo. Certo non è che l’Aston Martin sia brillata particolarmente ma vederlo in 12a posizione quando Stroll è a punti è sicuramente una delusione.

RICCIARDO-5

Non riesce a tenere il confronto con il talentuoso compagno di squadra. Non è mai sui ritmi dei diretti concorrenti e si deve accontentare di una misera 13a posizione fuori dalla zona punti. Non sufficiente.

GIOVINAZZI-6

Come al solito la sorte non è dalla parte del pilota pugliese. Passeggero incolpevole del testacoda di Gasly al primo giro è costretto a una gara in salita. Non riesce ad andare più in là della 15a posizione dalla quale partiva. Un 6 di incoraggiamento per Tonio che comunque sta dimostrando di essere un pilota molto più solido dell’anno scorso.

SCHUMACHER-6

Sempre la stessa storia, il solito GP. Conclude davanti alla Williams di Latifi e alla Haas del suo compagno. Va bene così.

RUSSELL-8

Il ragazzo prodigio si merita un ottimo voto in pagella. Fa sempre la differenza con quello che ha, ovvero una Williams (per la cronaca Latifi con la stessa vettura è penultimo). Pilota sempre molto veloce in qualifica, ieri ha addirittura sfiorato il Q3. Oggi meritava assolutamente di andare a punti ma i meccanici sono stati costretti a intervenire sulla vettura durante il pit-stop per dei problemi alle valvole idrauliche: ritirato.

GASLY-N.C.

Peccato per il francesino marchiato AlphaTauri. Sembrava essere un week-end positivo per il team di Faenza che ha fatto vedere una vettura molto veloce nel GP di Austria. Il destino ha voluto rovinare la sua gara e quella del suo amico Leclerc già nel primo giro: un contatto tra l’ala del ferrarista e la posteriore sinistra del francese costringe ai box il primo e al ritiro il secondo. Niente voto oggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial