Sainz: “Rido di chi ride della Ferrari. Non mi pento, è come il Real Madrid”

Le dichiarazioni di Carlos Sainz, futuro pilota della Ferrari.

Carlos Sainz dal 2021 sarà sul sedile della Ferrari [foto @McLarenF1]

Gli scarsissimi risultati del Mondiale 2020 potrebbero far storcere il naso al nuovo pilota che, dalla prossima stagione di corse, siederà sul deludente sedile di quella monoposto. Non, però, se tale vettura è la Ferrari. La Ferrari è storia, è altra storia: va – sempre e comunque – al di là dei risultati. La Ferrari è come il Real Madrid.

Il paragone è opera di Carlos Sainz, attuale pilota McLaren e sposo, nel 2021, della Rossa di Maranello. Lo spagnolo, intervistato da El Mundo Deportivo, si è così espresso mettendo, dunque, a tacere le voci che lo vorrebbero pentito dalla scelta presa qualche mese fa: “Sono rimasto impressionato dalla quantità di persone che mi ferma per strada. Ora c’è chi ride per come va la Ferrari, io rido di loro. Perché spero che un giorno possiate sperimentare questa sensazione: certo che non mi pento della Ferrari. Sono motivatissimo e credo che i tifosi spagnoli si appassioneranno ancora di più alla Formula 1. Ora speriamo che la Ferrari faccia un buon lavoro e che l’anno prossimo potremo avere una vettura competitiva. E se non è così, è sempre la Ferrari! Anche il Real Madrid negli anni di magra rimane sempre il Real! Il punto è che vado lì con l’intenzione di vincere un giorno“.

La Ferrari come il Real Madrid

Historia que tú hiciste (La storia che tu hai fatto)
Historia por hacer (La storia da fare)
Porque nadie resiste (Perché nulla resiste)
Tus ganas de vencer (Alla tua voglia di vincere)

Inno ufficiale del Real Madrid

Recita così, nei suoi primissimi versi, l’inno del Real Madrid, la più gloriosa squadra di calcio che il nostro mondo conosca. La Ferrari, nel mondo della Formula1, può tranquillamente essere paragonata al firmamento galactico: la storia scritta è straordinaria, quella da scrivere (prima o poi) lo sarà nuovamente, la voglia di vincere resta intatta.

È dello stesso avviso anche Carlos Sainz: “Penso che quello che debbano essere pazienti e fiduciosi in un progetto comunque molto giovane. Credo che il 2021 sarà un anno difficile, ma se la scuderia trova la chiave dei problemi di quest’anno e spende bene i gettoni le cose possono cambiare. Il dominio Mercedes è frustrante. Ma il modo in cui la F1 funziona è questo: vince la squadra più ricca e che sa spendere i soldi al meglio. Questo è quello che fa Mercedes, a cui non voglio togliere assolutamente alcun merito: sono bravissimi a sfruttare appieno il loro potenziale. E dico anche che ci sono squadre con budget simili che faticano. Ciò non significa che non voglio avere la possibilità di vincere al più presto. Anzi, mi sento pronto a vincere. Spero che la Formula 1 cambi, sarebbe molto più bella”.

Pronto a vincere. Sulla scia di una storia gloriosa. Sulla speranza di un’altra da scriverne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial