Le pagelle del GP di Catalunya: torna Quartararo, bene le Suzuki

Le valutazioni di sport-lab.it ai piloti protagonisti del GP di Catalunya.

Sul circuito del Montmeló si è disputato il GP di Catalunya del Motomondiale 2020. Ha vinto Quartararo sulla Yamaha Petronas davanti a Mir e a Rins su Suzuki. Cadute per Rossi e Dovizioso.

QUARTARARO – 9,5

Torna a vincere e lo fa con la solita esplosività, controllando il GP di Catalunya una volta preso il primo posto. Si riprende la leadership del Mondiale, diventando il favorito numero 1 per la vittoria finale.

MORBIDELLI – 7

Sfortunato – ma bravissimo – quando si salva dalla caduta, andando lungo, a causa del movimento al posteriore della sua Petronas. Cede nel finale alle due Suzuki. Il quarto posto, comunque, è un buon risultato.

ROSSI – 6

Nel GP immediatamente successivo alla conferma del passaggio in Petronas è sfortunato nella caduta (secondo zero consecutivo) quando era in seconda posizione, con possibilità di insediare il primo posto di Quartararo visto il passo in crescita. Sogno Mondiale andato? La sufficienza oggi, però, c’è, vista l’ottima gara messa in pista fino al crash.

MIR – 8

Cambio di ritmo nel corso della gara e, da quel momento in poi, non ce n’è più per nessuno (Quartararo a parte). Il secondo posto finale gli consente di festeggiare un podio (quasi) insperato alla partenza e di tenersi stretti i sogni Mondiali.

RINS – 7,5

Bellissima gara di Alex, con un finale in crescendo che lo porta ad insediare il più gettonato compagno di team Mir. Ottimo terzo posto finale.

MILLER – 6,5

Il quinto posto, probabilmente, è il massimo che può chiedere alla sua Ducati. Per tre quarti di gara, comunque, resta in zona podio.

BAGNAIA – 6,5

Il talento c’è, la voglia pure. Bene nella rimonta, cattiva e costante. Il sesto posto finale premia i suoi sforzi, nonostante finisca (di pochissimo) dietro al compagno di squadra.

PETRUCCI – 5,5

Non proprio bene considerando l’ottavo posto finale, anche se la ducati non lo aiuta.

DOVIZIOSO – s.v.

Periodo no, evidente sia in qualifica ieri col 17esimo posto che oggi con l’incidente al via. Deluso e arrabbiato, ci sta.

VINALES – 4

Male, malissimo. Non trova mai ritmo né feeling con la sua Yamaha, nonostante i suoi compagni di scuderia volino tutti in zona podio. Nonostante tutto, è a 19 punti dalla testa del Mondiale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial