U18, gli azzurrini sul tetto d’Europa. Questa è la pallavolo del futuro

Nazionale U18 campione d’Europa

I festeggiamenti della nazionale (FIPAV Facebook official page)

Una vittoria meritata. Senza alcun dubbio. I ragazzi della nazionale U18 hanno conquistato l’Europa battendo tutte le avversarie più temibili.

Un torneo che ha visto i giovani del coach Fanizza e del suo staff dare il massimo in tutte le gare che hanno disputato, alcune per niente facili.

Ma la semifinale e la finale, rispettivamente contro la Polonia e la Repubblica Ceca ci hanno dato una lezione di pallavolo, di spirito di squadra e di voglia di vincere non per se stessi ma per un Paese in un momento difficile e per uno sport che vuole continuare ad appassionare ed educare.

La nazionale maschile U18

La finale

A Lecce gli azzurrini hanno giocato con grande concentrazione contro la Repubblica Ceca, restando in vantaggio praticamente per tutti e tre i set giocati. Primo parziale, 25-23; ma poi nulla da fare per i cechi: 25-16 e 25-18; una schiacciasassi, in sostanza.

Il merito va a tutti i giovani giocatori dell’U18, ma non possiamo non riconoscere le sapienti giocate di Boninfante che hanno servito Quagliozzi e Porro, mettendoli in condizione di finalizzare più e più volte.

Ecco le percentuali e i dati del match: Italia: battute vincenti 4, battute sbagliate 11, attacco 45%, ricezione 62%-33%, muri 5, errori 22. Rep.Ceca: battute vincenti 4, battute sbagliate 17, attacco 33%, ricezione 48%-16%, muri 5, errori 31.

Parola alla Federazione

Ovviamente grande soddisfazione da Via Vitorchiano a Roma, sede della Federazione. Il presidente della Federazione, Pietro Bruno Cattaneo, si è congratulato per il successo che mancava da 23 anni.

“La medaglia d’Oro, raggiunta dopo 23 anni, è la meritata conclusione di uno splendido torneo, durante il quale l’Italia ha messo in mostra una bellissima pallavolo. I nostri ragazzi hanno onorato al meglio la maglia azzurra lanciando un significativo messaggio al nostro movimento, che non vede l’ora di ripartire”.

Grande soddisfazione anche per i dati dal canale Youtube della Federazione, le cui le 200.000 visualizzazioni totali confermano ancora una volta il grande affetto che il pubblico nutre verso la pallavolo e la maglia azzurra”.

La pallavolo del futuro?

Il ct della Nazionale maggiore, Gianlorenzo Blengini ha potuto dire la sua. Tra quei giovani sicuramente qualcuno giocherà in nazionale, rappresentando la pallavolo italiana del futuro. Blengini è stato osservatore speciale della competizione e ha riconosciuto le doti spiccate di alcuni giocatori in particolare.

La parola chiave dei commenti del mister è stata “percorsi qualitativi”. Ci vuole pazienza per costruire percorsi qualitativi che portino dei giovani a diventare grandi campioni dei club italiani. Bisogna correre il rischio di inserirli nell’organico nonostante sembri presto, come lui stesso ha fatto per Russo o Lavia. Occorre anche il lavoro sodo di uomini come Fanizza e il suo staff, che compensino le carenze fisiche dei giocatori con un grande estro tecnico/tattico.

Teniamo lo sguardo in avanti, perchè il domani, finalmente, sembra essersi colorato di azzurro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial