Tennis, ritorno a pieno regime? Tre nuovi tornei ad ottobre

Il calendario 2020 comincia a vedere tappe che prima erano insperate

Borna Coric, tennista croato classe 1996 [foto @atptour]

La locuzione latina “melius abundare quam deficere” va sempre pesata in base al contesto in cui viene collocata. Nel mondo odierno, con l’emergenza Covid-19, abbondare potrebbe essere un rischio. Il rischio va pesato, ma se ben calcolato può portare a respirare una parvenza di normalità. Queste prime quattro righe dell’articolo in questione sono state sposate a pieno dal mondo del tennis, vicino al rientro a pieno regime.

Il circuito Atp si allarga e il calendario 2020 comincia a vedere tappe che prima erano insperate. Tra i nuovi appuntamenti ne spunta uno in Italia: dal 12 ottobre si giocherà a Santa Margherita di Pula sulla terra rossa. Poi si andrà a Colonia (Germania, duro indoor), con due tornei il 12 e il 19 ottobre, e a Nur-Sultan (Kazakhstan, Indoor Hard). Una manna dal cielo per i vogliosi della pallina gialla, che in questi giorni rimbalza da una parte all’altra agli Us Open.

Da Djokovic al rientro a pieno regime

La squalifica di Novak Djokovic – galeotta quella pallina – non ha distolto l’attenzione del presidente dell’Atp Andrea Gaudenzi, che sostiene la ripresa fino all’ultima fiammella di speranza:

“Aggiungere nuovi eventi è un passo importante viste le sfide che abbiamo dovuto affrontare quest’anno. Voglio ringraziare tutti gli organizzatori. Il nostro obiettivo era di creare nuove opportunità per i giocatori e per i tifosi, e farlo in un modo pratico e sicuro. Siamo felici che ci sia di nuovo tennis giocato. Questi eventi ci aiuteranno a rinforzare la parte finale della stagione che conduce alle Atp Finals”.

Ovviamente, in un mondo così mellifluo, il calendario resta soggetto ai cambiamenti dell’epoca storica. Siamo sempre legati alla curva dei contagi, alla salute e alla gestione dell’emergenza sanitaria. Poi, si passerà per il vaglio del governo nazionale e delle organizzazioni mondiali. Un reticolato altamente aggrovigliato.

“Giuro che un po’ mi fa ridere”, canterebbero i Pinguini Tattici Nucleari. Più che ridere, sorridere. Forse il tennis sta tornando a pieno regime. Aspettiamo scaramanticamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial